giovedì 24 novembre 2011

Marron Glacè

Marron glacè


Il marron glacé è una particolare lavorazione pasticcera della castagna (in particolare della varietà denominata marrone) sciroppata e poi coperta da una glassa di zucchero. La realizzazione dura più giorni durante i quali il frutto viene immerso in sciroppi di concentrazione crescente, e complicata dal rischio di rompere il dolce durante il trasferimento.


 Gli ingredienti 
per 1kg di dolci


  • 1Kg di Marroni grossi
  • 500gr di zucchero
  • 1 stecca di vaniglia ( o essenza di vaniglia in gocce)
Difficoltà: Alta     Preparazione: 4 giorni       Vino consigliato: Vino "Marsala" o "Passito"



Preparazione : Lavare i marroni e fare un taglio a croce sui due lati fino alla pellicina. Lessateli per 1 minuti e sbucciateli ancora caldi. Mettere i marroni in una pentola, coprirli con acqua fredda e portarli ad ebollizione; quando l'acqua bolle abbassate la fiammella e lasciate bollire per 10-15 minuti.
Per vedere la cottura basta infilare in un marrone uno stuzzicadenti che deve entrare ed uscire con facilità.
Scolate i marroni e usciteli con un cucchiaio forato delicatamente per non farli rompere.
Mette lo zucchero in una casseruola con 300 ml d'acqua e la vaniglia; lasciare bollire per 5 minuti senza mescolare. Aggiungete adesso i marroni e lasciare bollire per 1 minuto. coproite e lasciate riposare per 24 ore.
Trascorso questo tempo mettete la casseruola con i marroni su fuoco basso, e non appena comincia a bollire fate passare 1 minuto e spegnete. Facciamo passare altre 24 ore.
Al terzo giorno fate la cosa del giorno precedente e lasciare riposare per 24 ore.
Il 4° giorno togliete i marroni dallo sciroppo e metteteli su una griglia lasciandoli asciugare per almeno 3 ore.
Per finire fate rosolare i marroni nello zucchero semolato.




Con questa ricetta partecipo ai segunti contest

3 commenti:

  1. Deliziose, una tira l'altra! :)

    RispondiElimina
  2. A noi piacciono molto, ma non immaginavamo che fosse una preparazione così lunga, adesso capiamo anche perchè se comprati, costano un occhio della testa. Questa ricetta ci fa molto piacere, sarà una soddisfazione poterli vedere nascere nella nostra cucina, è una bella sfida! Intanto li faremo noi e come te, immaginiamo il giorno in cui Alice Ginevra li preparerà con le sue mani.
    Un baciotto e grazie di cuore
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  3. Molto laboriosa questa ricetta....grazie per aver partecipato al contest.

    RispondiElimina